bet365 UK

wordpress joomla template

IRAN, TESORO DELLA PERSIA (10 giorni / 8 giorni)

- categoria Evidenza, Tours

piazza Azadi        persepoli         L1020273  
Un viaggio sulle orme di grandi civiltà, che qui si sono succedute e fuse tra loro, lasciando testimonianze d’inestimabile valore. Persia: una di quelle parole il cui suono evoca incanti, un paese straordinario, affascinante, culla di ogni inizio.  A CHI E’ CONSIGLIATO Un patrimonio culturale e artistico di inestimabile valore, fanno di questo itinerario, un viaggio per chi è veramente interessato alla storia dei popoli attraverso la loro eredità artistica ( un viaggio tranquillo e rilassante).   CLIMA L’Iran è un immenso altopiano, con un altezza media di 1200 m. che gode di un clima secco . Le zone climatiche principali, sono tre: l’area del Mar Caspio con un clima umido ed abbondanti precipitazioni; l’altopiano con un clima semi-arido; il deserto con un clima secco. Le precipitazioni sono scarse.   ASPETTI PRATICI Di un paese grande cinque volte l’Italia, abbiamo selezionato le tappe più spettacolari ed il percorso con alcune tappe abbastanza lunghe viene effettuato a bordo di minibus (La capienza del mezzo dipenderà dal numero dei partecipanti) su strade asfaltate e in condizioni ottimali . I pernottamenti sono in buone strutture pulite e ben gestite. Alcuni pranzi e cene saranno in ristoranti locali caratteristici. E’ prevista la presenza di una guida locale parlante italiano. Ricordiamo che le donne devono rimanere sempre con il capo coperto nei luoghi pubblici come una volta nelle chiese Italiane.   Previsto:
un tour di 10 giorni
– arrivo a Tehran
– visita dei musei volo per Yazd
– visita Yazd
– Yazd, partenza per Shiraz
– Persepolis, Naghshe Rostam, Shiraz
– Shiraz, Passargad, Isfahan
– Isfahan
– Isfahan
– Isfahan, Kashan, Tehran
– Tehran, Italia Malpensa
  image_gallery isfahan ?????? esfahan www.isfahan.us 1411

ITINERARIO

   8 giorni 1° Giorno: Italia – Teheran Partenza dall’Italia (Malpensa) dopo quattro ore e mezzo di viaggio e pranzo servito a bordo. Arrivo a Tehran dopo le formalità d’ingresso e il ritiro bagagli., Incontro con la guida (in lingua Italiana) e trasferimento in hotel, cena e pernottamento.   2° Giorno: Tehran / Shiraz   Tehran, l’attuale capitale politico-amministrativa del paese, ha una storia molto recente, con inizio nel XVIII secolo.  Solo alcuni palazzi e monumenti dell’epoca sono sopravvissuti allo spropositato accrescimento urbanistico che ne fanno una metropoli. La mattinata sarà dedicata alla visita di alcuni importanti musei: il museo Archeologico Nazionale dell’Iran, ricco di reperti che tracciano la storia del paese dai primi insediamenti umani (dal VI millennio a.C. all’epoca islamica);e quello di vetro in più il Museo dei Tappeti con una delle collezioni più ricche del mondo che offre una panoramica della produzione persiana dal XVI secolo;. Transfer per aeroporto nazionale e volo per Shiraz. Transfer per hotel Cena e pernottamento.   3° Giorno: Shiraz – Persepoli – Naghsh-è-Rostam – Shiraz Shiraz città delle poesie e brillante capitale della cultura e della letteratura ai piedi del monte Allahakbar.  Dopo la prima colazione partiamo alla volta di Persepoli (km 60), fondata nel 518 a.C. dal grande Dario. Una delle città persiane antiche meglio conservate e la più bella testimonianza del grande impero Achemenide che dominò la Persia tra il 559 e il 330 a.C.. Dario I (il grande) iniziò a costruire questo imponente complesso di palazzi che avevano la funzione di complesso estiva nel 512 a.C. e fu completata da una serie di re successivi in un periodo di 150 anni. Gli elementi più interessanti delle rovine sono gli splendidi bassorilievi che ornano le scalinate e i palazzi del sito e forniscono una chiave di lettura importantissima per la ricostruzione della storia antica. Pranzo. Proseguiamo con la visita ai siti di Nanghsh-è Rostam. tombe scavate nella roccia in una rupe molto in alto, si dice siano quelle di Dario I, Artaserse, Serse I, e Dario II. Le seconde, anch’esse tombe sono formate da bei bassorilievi Sassanidi. Rientro a Shiraz. Cena nel un locale tipico, pernottamento.   4° Giorno: Shiraz / Isfahan Colazione. Giornata dedicata alla visita di questa raffinata città, sempre decantata come la culla della cultura persiana. All’epoca del suo maggiore splendore era soprannominata Dar-ol-Elm (casa del sapere) ed era sinonimo di cultura, usignoli, poesia, rose e vini. La città ha uno tra i climi più gradevoli di tutto il paese ed è situata in una fertile vallata che una volta era celebre per i suoi vigneti. I sui splendidi giardini, le stupende moschee e gli echi delle antiche raffinatezze sono le sue attrattive maggiori. Giro panoramico della città e visita del tombe dei poeti: su tutti il più famoso Hafez (il più grande poeta persiano) e di Sa’di. Famosi nei secoli e raffigurati anche nelle tessiture dei tappeti, i giardini Persiani,  erano considerati ed ideati ad immagine del Paradiso Persiano. Partenza per Isfahan pranzando e arrivo al Isfahan. Questo percosso è lungo che si visita percorrendo strada si visita Passargad Iniziata nel 546 a.c., la città ben presto fu oscurata dal magnifico palazzo di Dario I a Persepoli.  Il sito non è ben conservato come quest’ultimo, ma vale la pena di andarci per ammirarvi la tomba di Ciro il grande, a sei gradini. Un grande cenotafio in pietra, che si erge fiero nella pianura spazzata dal vento, ed  è difficile immaginare che nell’antichità questa afosa pianura deserta era circondata da foreste. Secondo la leggenda, quando Alessandro Magno giunse a Passargade fu molto contrariato dalla distruzione della tomba ed ordinò che fosse restaurata. Cena e Pernottamento.   5° / 6° Giorno: Isfahan Intere giornate dedicate ad assaporare le raffinatezze della cultura persiana, alle meraviglie architettoniche di questa città, il capolavoro dell’Iran, la gemma dell’antica Persia con i suoi raffinati mosaici di piastrelle azzurre degli edifici islamici, il suo vasto bazar e i bellissimi ponti lasciano il visitatore incantato. La grandiosità di Isfahan è tale che è difficile non essere d’accordo con l’adagio cinquecentesco: Isfahan è la metà del mondo. La giornata è dedicata alla sua visita. La magnifica e grandiosa piazza Emam, ospita tra gli edifici più maestosi ed importanti dell’Islam: la Moschea dell’Emam , una delle più belle al mondo. La ricchezza dei mosaici di piastrelle azzurre e le proporzioni perfette della sua architettura di epoca safavide, le decorazioni ne fanno un capolavoro. La piccola moschea dello Sheikh Lotfollah (Masjed-è Sheikh Lotfollah) situata sul lato orientale della piazza bilancia alla perfezione la Moschea dell’Emam. La sua cupola dai colori tenui è realizzata con piastrelle color crema che durante la giornata assumono con la luce svariate sfumature. Il palazzo Ali Ghapu, a sei piani, con la sua terrazza sopraelevata che poggia su 18 sottili colonne, dalla quale si gode una delle più belle prospettive di questa piazza capolavoro di stile ed eleganza. Il Palazzo Chehel Sotun (quaranta colonne) decorato da affreschi. Il suo nome si riferisce al fatto che riflettendosi nell’acqua della piscina rettangolare del suo bel giardino, le 20 colonne della terrazza diventano 40, numero che è sinonimo di rispetto e ammirazione nella lingua persiana. Proseguiamo la visita nel quartiere armeno con la Cattedrale di Vank edificata tra il 1606 e il 1655 con l’incoraggiamento dei regnanti della dinastia safavide, è il punto focale della storia della Chiesa armena nel paese. Al suo interno è curiosa la mescolanza di stili: piastrelle e motivi islamici insieme ad immagini Cristiane; caratteristica di tutte le chiese iraniane. Visita al ponte di Siosepol lungo 160 m che fu costruito nel 1602 e del bellissimo ponte Khaju costruito dallo Scià Abbas verso il 1650 su due livelli di terrazze che sovrastano il fiume Zand. Pernottamento in hotel .   7°  Giorno: Isfahan – Tehran Colazione e visita al Bazar-è-Bozorg, ovvero il grande bazar coperto che è uno dei più grandi (con un asse di 8 km) e labirintici del paese, costruito all’inizio del XVI secolo. Partenza alla volta di Tehran. Durante il percorso, sosta a Kashan. Questa piacevole cittadina-oasi ospita alcune delle più belle case tradizionali del paese, dei bei giardini ed alcuni notevoli edifici di architettura islamica. Visiteremo: il Khan-è Borujerdi, una residenza privata di un ricco mercante, con un bellissimo cortile su cui si affacciano palazzi invernali ed estivi, il Khan-è Tabatabei anch’esso residenza di un ricco mercante di tappeti famosa per i complessi motivi in rilievo scolpiti nella pietra. Durante la visita avremo modo di vedere le vestigia delle vecchie mura della città e un ghiacciaio. Pranzo in un ristorante locale. Proseguimento alla volta di Tehran, dove lungo la strada avremo modo di vedere da lontano il Mausoleo di Khomeini situato tra Qom e Tehran. Arrivo, trasferimento in hotel, cena e pernottamento.   8° Giorno: Tehran – Malpensa Trasferimento in tempo utile in aeroporto per l’imbarco sul volo diretto in Italia. Arrivo dopo quattro ore e mezzo e fine dei servizi.   Contattaci per tutti i dettagli    

ITINERARIO

10 giorni   1° Giorno: Italia – Teheran           Partenza dall’Italia dopo quattro ore e mezzo di viaggio e pranzo servito a bordo. Arrivo a Tehran dopo le formalità d’ingresso e il ritiro bagagli., Incontro con la guida (in lingua Italiana) e trasferimento in hotel, cena e pernottamento.   2° Giorno: Tehran / Yazd   Tehran, l’attuale capitale politico-amministrativa del paese, ha una storia molto recente, con inizio nel XVIII secolo.  Solo alcuni palazzi e monumenti dell’epoca sono sopravvissuti allo spropositato accrescimento urbanistico che ne fanno una metropoli. La mattinata sarà dedicata alla visita di alcuni importanti musei: il museo Archeologico Nazionale dell’Iran, ricco di reperti che tracciano la storia del paese dai primi insediamenti umani (dal VI millennio a.C. all’epoca islamica);e quello di vetro in più il Museo dei Tappeti con una delle collezioni più ricche del mondo che offre una panoramica della produzione persiana dal XVI secolo;. Transfer per aeroporto nazionale e volo per Yazd. Transfer per hotel Cena e pernottamento.   3° Giorno: Yazd Yazd risale al tempi dei Sassanidi (224-637) anche se cominciò a essere importante con il passare dei secoli. Il suo centro storico protetto dal UNESCO,. E’ famoso per la sua architettura desertica e le sue torri di vento.E’ il centro zoroastriano del mondo, la prima religione monoteista, che ha dato un senso alla vita. Visita; le torre di vento al centro, moschea di jam con i suoi minareti tra più alti al mondo, si vista anche un tempio del fuoco Zoroastriano il cui fuoco è acceso da tempi remoti. Vista alle torri di silenzio del serbatoio d’acqua ecc. Pranzo in un locale tipico e cena in albergo. Pernottamento.   4° Giorno: Yazd / Shiraz In prima mattinata si parte per Shiraz. Per arrivare a Shiraz bisogna proseguire lungo il deserto. Prima di arrivare a Shiraz si a traversa la cittadina di Abarghu con la suoa tipica architettura desertica e un albero millenario e famoso. Il percorso è molto panoramico con paesaggi splendidi. Pranzo si fa lunga la strada e la cena a Shiraz, transfer in albergo e pernottamento.   5° Giorno: Shiraz – Persepoli – Naghsh-è-Rostam – Shiraz Shiraz città delle poesie e brillante capitale della cultura e della letteratura ai piedi del monte Allahakbar.  Dopo la prima colazione partiamo alla volta di Persepoli (km 60), fondata nel 518 a.C. dal grande Dario. Una delle città persiane antiche meglio conservate e la più bella testimonianza del grande impero achemenide che dominò la Persia tra il 559 e il 330 a.C.. Dario I (il grande) iniziò a costruire questo imponente complesso di palazzi che avevano la funzione di complesso estiva nel 512 a.C. e fu completata da una serie di re successivi in un periodo di 150 anni. Gli elementi più interessanti delle rovine sono gli splendidi bassorilievi che ornano le scalinate e i palazzi del sito e forniscono una chiave di lettura importantissima per la ricostruzione della storia antica. Pranzo. Proseguiamo con la visita ai siti di Nanghsh-è Rostam. tombe scavate nella roccia in una rupe molto in alto, si dice siano quelle di Dario I, Artaserse, Serse I, e Dario II. Le seconde, anch’esse tombe sono formate da bei bassorilievi sassanidi. Rientro a Shiraz. Cena nel un locale tipico, pernottamento.     6° Giorno: Shiraz / Isfahan Colazione. Giornata dedicata alla visita di questa raffinata città, sempre decantata come la culla della cultura persiana. All’epoca del suo maggiore splendore era soprannominata Dar-ol-Elm (casa del sapere) ed era sinonimo di cultura, usignoli, poesia, rose e vini. La città ha uno tra i climi più gradevoli di tutto il paese ed è situata in una fertile vallata che una volta era celebre per i suoi vigneti. I sui splendidi giardini, le stupende moschee e gli echi delle antiche raffinatezze sono le sue attrattive maggiori. Giro panoramico della città e visita del tombe dei poeti: su tutti il più famoso Hafez (il più grande poeta persiano) e di Sa’di. Famosi nei secoli e raffigurati anche nelle tessiture dei tappeti, i giardini Persiani,  erano considerati ed ideati ad immagine del Paradiso Persiano. Partenza per Isfahan pranzando e arrivo al Isfahan. Questo percosso è lungo che si visita percorrendo strada si visita Passargad Iniziata nel 546 a.c., la città ben presto fu oscurata dal magnifico palazzo di Dario I a Persepoli.  Il sito non è ben conservato come quest’ultimo, ma vale la pena di andarci per ammirarvi la tomba di Ciro il grande, a sei gradini. Un grande cenotafio in pietra, che si erge fiero nella pianura spazzata dal vento, ed  è difficile immaginare che nell’antichità questa afosa pianura deserta era circondata da foreste. Secondo la leggenda, quando Alessandro Magno giunse a Passargade fu molto contrariato dalla distruzione della tomba ed ordinò che fosse restaurata. Cena e Pernottamento.   7° – 8° Giorno: Isfahan Intere giornate dedicata ad assaporare le raffinatezze della cultura persiana, alle meraviglie architettoniche di questa città, il capolavoro dell’Iran, la gemma dell’antica Persia con i suoi raffinati mosaici di piastrelle azzurre degli edifici islamici, il suo vasto bazar e i bellissimi ponti lasciano il visitatore incantato. La grandiosità di Isfahan è tale che è difficile non essere d’accordo con l’adagio cinquecentesco: Isfahan è la metà del mondo. La giornata è dedicata alla sua visita. La magnifica e grandiosa piazza Emam, ospita tra gli edifici più maestosi ed importanti dell’Islam: la Moschea dell’Emam , una delle più belle al mondo. La ricchezza dei mosaici di piastrelle azzurre e le proporzioni perfette della sua architettura di epoca safavide, le decorazioni ne fanno un capolavoro. La piccola moschea dello Sheikh Lotfollah (Masjed-è Sheikh Lotfollah) situata sul lato orientale della piazza bilancia alla perfezione la Moschea dell’Emam. La sua cupola dai colori tenui è realizzata con piastrelle color crema che durante la giornata assumono con la luce svariate sfumature. Il palazzo Ali Ghapu, a sei piani, con la sua terrazza sopraelevata che poggia su 18 sottili colonne, dalla quale si gode una delle più belle prospettive di questa piazza capolavoro di stile ed eleganza. Il Palazzo Chehel Sotun (quaranta colonne) decorato da affreschi. Il suo nome si riferisce al fatto che riflettendosi nell’acqua della piscina rettangolare del suo bel giardino, le 20 colonne della terrazza diventano 40, numero che è sinonimo di rispetto e ammirazione nella lingua persiana. Proseguiamo la visita nel quartiere armeno con la Cattedrale di Vank edificata tra il 1606 e il 1655 con l’incoraggiamento dei regnanti della dinastia safavide, è il punto focale della storia della Chiesa armena nel paese. Al suo interno è curiosa la mescolanza di stili: piastrelle e motivi islamici insieme ad immagini cristiane; caratteristica di tutte le chiese iraniane. Visita al ponte di Siosepol lungo 160 m che fu costruito nel 1602 e del bellissimo ponte Khaju costruito dallo Scià Abbas verso il 1650 su due livelli di terrazze che sovrastano il fiume Zand. Pernottamento in hotel .   9° Giorno: Isfahan – Tehran Colazione e visita al Bazar-è-Bozorg, ovvero il grande bazar coperto che è uno dei più grandi (con un asse di 8 km) e labirintici del paese, costruito all’inizio del XVI secolo. Partenza alla volta di Tehran. Durante il percorso, sosta a Kashan. Questa piacevole cittadina-oasi ospita alcune delle più belle case tradizionali del paese, dei bei giardini ed alcuni notevoli edifici di architettura islamica. Visiteremo: il Khan-è Borujerdi, una residenza privata di un ricco mercante, con un bellissimo cortile su cui si affacciano palazzi invernali ed estivi, il Khan-è Tabatabei anch’esso residenza di un ricco mercante di tappeti famosa per i complessi motivi in rilievo scolpiti nella pietra. Durante la visita avremo modo di vedere le vestigia delle vecchie mura della città e un ghiacciaio. Pranzo in un ristorante locale. Proseguimento alla volta di Tehran, dove lungo la strada avremo modo di vedere da lontano il Mausoleo di Khomeini situato tra Qom e Tehran. Arrivo, trasferimento in hotel, cena e pernottamento.   10° Giorno: Teheran – Italia Trasferimento in tempo utile in aeroporto per l’imbarco sul volo diretto in Italia. Arrivo dopo quattro ore e mezzo e fine dei servizi.   Contattaci per tutti i dettagli     torna all’elenco completo delle nostre proposte  
AMPERSIA.com del Centro Italo-Iraniano di Cooperazione Culturale ed Economica srl - p.iva IT03987510231

The best bonus by bet365 Ελλάδα 100% for new user.

Full Joomla 3.0 Theme free theme.